Home Sport Calcio Niente sponsor, l’Audace rischia di chiudere

Niente sponsor, l’Audace rischia di chiudere

1782
0
SHARE

Termina qui anche il campionato dell’Audace, sconfitta nelle semifinali playoff di seconda categoria dal Forte di Bibbona per 30. Una stagione comunque positiva per la formazione di Onelio Barsellini, che è rimasta a ridosso della vetta della classifica per tutta la fase regolare e tra le cui file il bomber Denis Dedja ha vinto il titolo di capocannoniere con 26 reti.

La società, tuttavia, rischia di non poter iscrivere la prima squadra al prossimo campionato, a causa della mancanza di sponsor. I piccoli contributi con cui attualmente vive, infatti, non bastano più. «Per affrontare una nuova stagione in seconda categoria servirebbero circa 14mila euro  afferma Italo Medici, storico segretario biancorosso  Di per sè non si tratta di un budget elevato, ma senza un main sponsor è davvero dura mettere vicino una cifra simile. Speriamo davvero che qualcuno si faccia avanti nei mesi estivi per salvare la squadra. Altrimenti non mi faccio illusioni: l’Audace chiuderà».

A prescindere dalle sorti della prima squadra, il settore giovanile proseguirà la propria attività, con l’Academy che ormai è diventata una società a sé e sopravvive con le quote di iscrizione di bambini e ragazzi. Resta il fatto che, in caso di chiusura, verrebbe a mancare quello che da anni è un importantissimo punto di riferimento per il calcio elbano, nonché serbatoio di giovani promesse anche per le altre società.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here