Home Turismo ‘In ½ ora’ con il presidente degli albergatori

‘In ½ ora’ con il presidente degli albergatori

1853
0
SHARE

In effetti, l’intervista con il presidente degli albergatori elbani Massimo De Ferrari, è durata molto più della convenzionale mezz’ora del famoso programma televisivo di Rai Tre condotto da Lucia Annunziata, ma circa un’ora e mezza di serrato confronto sui temi più caldi e scottanti relativi all’industria turistica. Il vertice della categoria, come ben sapete, era in debito con il nostro giornale, in quanto lo si rincorreva da mesi affinché ci concedesse un poco del suo prezioso tempo per permetterci di porgli delle domande riguardanti la destagionalizzazione, il costo e la qualità degli hotel, e il rapporto esclusivo tra l’associazione e Blu Navy. De Ferrari ci svela anche: «Io non ho mai detto che Blu Navy sia una scienza esatta, anche perché molto spesso sono in contraddizione con loro. Quando volevano chiudere la stagione il primo di ottobre, mi sono fatto sentire perché loro devono seguire le prenotazioni alberghiere fino alla fine. Quest’anno si chiude il 18 di ottobre, ma se riusciamo a portare in porto i meccanismi per allungare la stagione, io spero che possiamo comodamente arrivare sino al 45 novembre».

Il presidente degli albergatori, dunque, in parte, ha ammesso le tesi che da mesi sosteniamo dalle colonne del nostro giornale. «Primo bisogna che gli alberghi migliorino le loro strutture – ci confessa De Ferrari – investendo nel settore. Secondo, che vengano premiati coloro che hanno il coraggio di rimanere aperti tutto l’anno, per esempio diminuendo la tassa sui rifiuti. La tariffa deve essere variabile in rapporto alla stagionalità.

Ovvero chi sta aperto tutto l’anno, deve poter pagar di meno rispetto a chi rimane aperto solo nei mesi estivi. Stesso discorso per l’Imu. E in ultimo fare dei pacchetti scontati, ma chiedere allo stesso tempo all’azienda di trasporto pubblico di mantenere lo stesso numero di corse estive che collegano le varie località dell’isola anche in bassa stagione».

L’intervista prosegue toccando altri numerosi punti, come gli ammortizzatori sociali per i lavoratori stagionali che da quest’anno verranno ridotti notevolmente dal Governo. «L’unico modo per evitare questo disagio alle famiglie – ha dichiarato il presidente degli albergatori – è quello di rimanere aperti per più tempo, dando lavoro agli addetti per un periodo superiore a quello attuale».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here