Home Eventi e Cultura Teatro Il dramma pasoliniano sul palco dei Vigilanti

Il dramma pasoliniano sul palco dei Vigilanti

1141
0
SHARE

Il penultimo appuntamento della stagione teatrale ha offerto al pubblico dei Vigilanti il dramma di Pier Paolo Pasolini, a 40 anni dalla morte del celebre sceneggiatore, cineasta e scrittore.

Porcile, scritto nel 1966 e da cui fu tratto l’omonimo film tre anni dopo, è un’opera suddivisa in undici episodi e ambientata nella Germania del secondo dopoguerra, appena uscita dalla dittatura nazista.

Julian, figlio di una coppia borghese, non si dimostra interessato ai corteggiamenti di Ida, in quanto trova nel porcile del padre un amore diverso e ‘non convenzionale’. Ma per Pasolini, fortemente critico contro la morale comune, il porcile è anche la società stessa, in cui si ripete storicamente la tendenza ad annichilire i figli ribelli o indifferenti che si rifiutano di accettare gli schemi prestabiliti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here