SHARE

lI Corriere Elbano, storica testata dell’Isola fondata da Leonida Foresi nel 1948 e chiusa nel dicembre 2011, da oggi riprende a far girare le rotative. Per me è un grande onore dirigere un periodico che ha visto nel corso di svariati decenni le migliori menti e le penne più raffinate e pungenti del panorama culturale elbano.

Allo stesso tempo, però, questa eredità pro tempore mi grava di un pesante fardello, ovvero la responsabilità di onorare degnamente chi mi ha preceduto. E forse sono il più giovane direttore di un periodico in Italia. L’acerba età anagrafica, però, non spaventi i miei “25 lettori”: Napoleone divenne imperatore a soli 35 anni, mentre l’attuale presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, è mio coetaneo. I miei natali non sono elbani, ma come voi provengo da un’altra bellissima isola: la Sardegna. Noi isolani abbiamo un carattere particolare rispetto a quelli che chiamiamo ‘continentali’, perché in un primo momento ci mostriamo chiusi ed ergiamo un muro tra noi e lo straniero, ma una volta che il nuovo arrivato conquista la nostra fiducia, diventa il nostro migliore amico e gli apriamo le porte delle nostre case. Un’ospitalità quasi ‘sacra’ che nasconde il segreto su cui si fonda la nostra economia basata sul turismo e l’accoglienza.

La nuova edizione del periodico è stata arricchita dalla “Zanzara” disegnata dal Maestro Sergio Staino. Il noto vignettista de L’Unità e papà di Bobo ha liberamente interpretato i simboli dell’Isola legandoli ai contenuti che la testata intende trattare. La lente d’ingrandimento e il pungiglione rosso della ‘Zanzara’, rappresentano le inchieste, i reportage e l’approfondimento giornalistico. Lo scudo con le “tre api dorate”, invece, a significare il nostro impegno nei confronti dei lettori di diventare e assolvere al nostro compito primario di ‘Cane da guardia” del potere. La lente d’ingrandimento colpirà inesorabilmente il potere con la “P” maiuscola, compreso quello subdolo che si muove nascosto tra le ombre, talvolta non evidente all’occhio distratto di un profano.

La redazione è composta da quattro giovani professionisti laureati alla Scuola Superiore di giornalismo “Ilaria Alpi” di Bologna. Siamo alla ricerca di validi collaboratori “nativi” dell’Isola, perché l’Elba come scriveva Virgilio nel X libro dell’Eneide è “insula inexhaustis Chalybum generosa metallis”. Le pagine del nostro giornale sono al 100% in carta riciclata, in quanto la tutela e la salvaguardia delle bellezze naturalistiche dell’Isola non possono prescindere dal rispetto e dall’introduzione di buone pratiche ecosostenibili. Così è nata una collaborazione istituzionale con il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano che troverà spazio sulle nostre colonne con una rubrica fissa per dare voce alle tematiche ambientali dell’Isola.

Il Corriere Elbano, infine, vuol essere un utile strumento per incentivare la conoscenza e la cultura dei giovani lettori. Per questo motivo abbiamo indetto un concorso a premi, una sorta di “Caccia al tesoro”, rivolto alle classi delle scuole elementari, medie inferiori e superiori, dove si cercherà di spingere gli alunni a curiosare tra gli scaffali di tutte le biblioteche e archivi dell’Isola. Perché siamo convinti che il nostro presente dipende dal nostro passato e quindi anche la nostra capacità di affrontare il futuro e le sue sfide dipende da esso.

Oltre all’edizione cartacea, i nostri contenuti sono fruibili attraverso il sito www.corrierelbano.it, un contenitore multimediale nel quale troverete anche il canale televisivo con tutte le “News” delle ultime due settimane.

Ora non ci resta che correre…

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here